AvivAbility | Sostegno alla salute

Descrizione del progetto

violenza, droga, forte disoccupazione, demotivazione generazionale, una povertà dilagante, tutti elementi che portano alla chiusura e alla poca attenzione all'altro.
La parrocchia, forte dei propri valori (la relazione, la solidarietà, l’accoglienza e la carità vera) che sono la base per l’avvio di una evangelizzazione vera che ha come fondamento Cristo Risorto, sente la priorità di offrire opportunità di riqualificazione, di supporto e di farsi promotrice di azioni e interventi a favore del quartiere e contribuire alla salute di tutti, senza fare differenze.
Per questo si propone l’acquisto e l’installazione di defibrillatori semiautomatici da esterno, allarmati al fine di prevenire eventuali effrazioni, da mettere a disposizione della comunità locale e del quartiere stesso, da posizionare nei pressi della parrocchia e delle strutture connesse.
Un defibrillatore DAE semiautomatico è in grado di rilevare le alterazioni dell’attività elettrica del cuore ed erogare una scarica elettrica quando necessario, selezionando il livello di energia necessario, il tutto in pochi secondi.
L’utilizzo del DAE è solo un primo passo, occorre poi proseguire con le manovre di rianimazione cardiopolmonare, infatti la loro corretta esecuzione aumenta notevolmente le possibilità di sopravvivenza di chi è stato colpito da arresto cardiaco, ma solamente se tali manovre vengono eseguite senza errori.
Per questo è necessario avere volontari formati, abilitati all’uso di un defibrillatore e capaci di eseguire le corrette manovre, ovviamente in attesa dell’arrivo del personale specializzato.
Nel quartiere e intorno alla parrocchia vi sono già circa 19 volontari abilitati all’uso del DAE (abilitati nel maggio 2018), possiamo essere più numerosi ma.. ci manca il defibrillatore.

Beneficiari del progetto

la speranza è sempre non averne bisogno, ma • 15% – Percentuale europea di persone che, colpite da arresto cardiaco, vengono soccorse con la rianimazione cardiopolmonare • 70% – Percentuale di arresti cardiaci che avvengono in presenza di altre persone (che potenzialmente potrebbero effettuare una rianimazione cardiopolmonare) • 90 – In Europa ogni 90 secondi si registra l’insuccesso di una rianimazione cardiopolmonare perché iniziata tardi • 60.000 – persone, in Italia, ogni anno, colpite da un arresto cardiaco • 100.000 – Persone che potrebbero essere salvate ogni anno in Europa

Attività dell'organizzazione

La parrocchia si pone come obiettivo l’attenzione agli ultimi! La relazione, la solidarietà, l’accoglienza e la carità vera, come la condivisione di un pasto piuttosto che di un abito o medicinali, etc, sono la base per l’avvio di una evangelizzazione vera che ha come fondamento Cristo Risorto, vissuto nell’azione Pastorale di una comunità cristiana ma che presuppone l'attenzione agli ultimi

Parrocchia Santa Maria Assunta e San Giuseppe a Primavalle

Città: Roma

siamo ormai abituati a riempirici di tante cose non essenziali, e poi perdiamo di vista la cosa più importante che abbiamo, il dono della vita. La vita va difesa, il nostro prossimo non può essere abbandonato. Ce lo insegna il vangelo che è parola di vita, ce lo impone la vita stessa.