Aviva Balance | Donne al centro

Descrizione del progetto

Il Comune di Torino ha avviato un intervento sperimentale "To Home" nell'ambito del quale sono stati individuati 360 nuclei familiari in grave difficoltà economica e sociale, con lo scopo di supportarli nella ricerca di un’abitazione stabile e nell'inserimento lavorativo. "To home", però, ha messo in luce che non vi è solo un problema economico e di stabilità residenziale, ma anche (1)di riconoscimento sociale, (2)di ampiezza delle reti sociali, (3)valorizzazione e sviluppo delle competenze presenti a prescindere dalla formazione scolastica. Questi elementi sono particolarmente evidenti quando il soggetto è una donna.
Pertanto, le cooperative coinvolte hanno deciso di avviare un progetto destinato alle donne per supportarle nel loro inserimento sociale e lavorativo. Nasce così "InTEssere" che sarà realizzato presso Casa di Zenzero, centro di attività diurne rivolto a persone con disabilità che trasforma le capacità individuali in creazioni collettive.
InTEssere si articola in 4 punti:
A - PERCORSO ESPERIENZIALE
A.1 Formazione tecnica sartoriale, per fornire competenze e strumenti di base;
A.2 Ideazione di una BORSA/ZAINO/MARSUPIO adatto in ogni fase della vita a seconda delle esigenze del proprietario: maschio/femmina, bimbo/giovane/adulto;
A.3 Creazione del prodotto.
B -SUPPORTO ALLA GENITORIALITÀ (in concomitanza con gli altri punti) per donne che hanno figli, attraverso l’istituzione di uno spazio laboratoriale dedicato ai minori, gestito dalle donne con disabilità di Casa di Zenzero, che co-condurranno con gli educatori un percorso di animazione creativa.
C -CONSIGLI PER LA PROPRIA AUTONOMIA
C.1 Supporto alla redazione di un “dossier delle evidenze";
C.2 Informazione di base rispetto alle attività imprenditoriali di settore;
C.3 Indicazioni in merito ai servizi volti ai genitori.
D – PERCORSO IMPRENDITORIALE con l’avvio di una linea produttiva gestita in proprio dalle donne che si sono distinte per le loro competenze nel percorso esperienziale.

Beneficiari del progetto

I beneficiari sono: 1) Venti donne, divise in due cicli, in difficoltà economica, spesso appartenenti a nuclei monoparentali e talvolta mancanti anche delle competenze di base. Le più capaci avvieranno il percorso imprenditoriale. 2) Circa trenta minori (figli delle donne coinvolte) che vivono in un contesto di povertà educativa e hanno poche possibilità di partecipare a laboratori creativi extra scolastici. 3) Gli utenti disabili di Casa di Zenzero che, partecipano al progetto come co-conduttori dei laboratori per ragazzi, hanno l’opportunità di esprimere le loro capacità.

Attività dell'organizzazione

STRANAIDEA promuove progetti di integrazione sociale, di sostegno alla cittadinanza attiva,di incremento dell’occupabilità, di supporto alla famiglia e alla genitorialità: i servizi coprono l’arco di vita degli utenti, dall’infanzia all’età adulta, nei principali ambiti di necessità.L'obiettivo è di aumentare l'autonomia e i funzionamenti delle persone, nell'ottica di una maggiore qualità di vita.

Altre organizzazioni coinvolte nel progetto

Cooperativa Sociale Progetto Tenda Onlus; Cooperativa Sociale Educazione Progetto; Il Margine Cooperativa Sociale.

Stranaidea s.c.s Impresa Sociale Onlus

Città: Torino

Il progetto, a partire da un’idea imprenditoriale LA BORSA PER LA VITA, avvia un’azione di supporto finalizzata all'autonomia della donna, intesa in ambito economico, sociale e familiare, ampliando le competenze e i contatti, e fornendo un “baby parking-laboratoriale”, cogestito da persone disabili.