Aviva Carers | Al fianco degli anziani

Descrizione del progetto

Il Parco dei nonni nasce dall’osservazione della quotidianità, nasce dalla solitudine delle persone anziane che troppo spesso vediamo in giro per la città, senza avere qualcosa da fare e senza avere un luogo identitario di incontro, di svago. L'importanza della partecipazione attiva alla vita sociale e comunitaria dei nostri anziani ha suscitato nell’associazione la volontà di creare un luogo dedicato proprio a loro. Il Parco Robinson di Rende, da sempre, rappresenta un polmone verde dove giocare, rilassarsi, passeggiare; è un parco dove molti nonni portano i loro nipoti, soprattutto perché è un luogo protetto dal traffico e dalla confusione quotidiana.Il Parco Robinson ha ampi spazi ed è stato scelto dall’Associazione per realizzare il progetto anche per la centralità rispetto all'area vasta individuata. Un luogo nel verde, sicuro per i nonni e per i nipoti, dove passare ore in spensieratezza, ma non seduti su una panchina ad aspettare, pazientemente, che il nipotino o la nipotina giochino. Un parco dove poter fare attività motoria morbida, con l’ausilio di attrezzi adeguati, che abbiano funzioni differenziate. Ogni attrezzo avrà un cartello che spiegherà l’utilizzo e la funzione e saranno redatti con il supporto dell’Associazione Fisioterapisti della Calabria. Particolare cura sarà dedicata alle forme, ai colori, all’accessibilità col fine di creare un luogo dove si possa attivare una vera inclusione sociale, senza difficoltà o impedimenti e nel contempo fare attività salutistica. Nell'area saranno anche organizzati momenti di festa e attività culturali, ma anche olistiche e terapeutiche, sempre in accordo con l'Associazione Fisioterapisti. E potrebbe diventare anche il luogo naturale per divulgare iniziative sulla prevenzione, problema molto serio in Calabria. Uno spazio importante, quindi, così come ha dimostrato il Parco inclusivo Piero Romeo,per tutta la famiglia con un'attenzione particolare ai nostri tanti tanti anziani. Il gioco diventa inclusione sociale

Beneficiari del progetto

Anche in Calabria l’aumento delle persone con più di 65 anni rispetto agli altri gruppi della popolazione, è un fenomeno grave che pone a dura prova il sistema del welfare regionale e l'inclusione sociale dei nostri anziani che diventano, quindi, i beneficiari del Parco dei Nonni di Rende. La popolazione anziana di questa unica area urbana (è in corso lo studio per la fusione dei comuni tra Rende, Cosenza e Castrolibero)è pari a 25mila unità. La centralità urbanistica del Parco, però, rispetto ai paesi confinanti,e la sua attuale frequentazione, consentirebbero persino di raddoppiare il dato

Attività dell'organizzazione

L’associazione dal 2011 compie un percorso solidale per aiutare le persone in difficoltà e i bambini disabili. Le iniziative più importanti conclus: a Cosenza il grande Parco inclusivo Piero Romeo (1,2kmq)per bambini con diverse abilità e normodotati; progetto Non ti FerMare, formazione operatori e donate job per i disabili a 7 lidi calabresi;progetti Africa scuole, pozzi, parco giochi, refettori

Altre organizzazioni coinvolte nel progetto

L'Associazione Italiana Fisioterapisti, sez. Calabria, è senza scopo di lucro. Rappresenta la categoria degli operatori sviluppando la conoscenza e l’approfondimento scientifico della professione, incluse la pratica professionale, la formazione e e la ricerca, nell’interesse di tutti i cittadini

La Terra di Piero

Città: Rende

La Terra di Piero è una vera fucina di innovazione sociale.Da quando attiva, l'associazione, con il lavoro ostinato e gratuito dei suoi volontari, continua a donare sorrisi e sollievo. In Calabria e in Africa, attraverso il teatro e la beneficenza, ha realizzato parchi, scuole, pozzi, laboratori ecc