Aviva Balance | Donne al centro

Descrizione del progetto

Il progetto si propone sia di affrontare il problema della disoccupazione femminile, sia di dare supporto a quante con creatività e slancio vogliono rispondere ai bisogni del territorio veronese attraverso l’autoimprenditorialità sociale.
Per fare ciò verranno realizzati dei percorsi integrati di consulenza-formazione capaci sia di sostenere l’uscita da una condizione di marginalità che di mettere a frutto le migliori energie delle donne coinvolte. Inoltre, pensando alla diffusa necessità di conciliare famiglia e lavoro da parte delle aspiranti imprenditrici, obiettivo sarà anche aiutarle ad integrare questa esigenza nel modello d’impresa.
I percorsi saranno sia individuali che di gruppo. I primi i cui contenuti specifici riguarderanno le tematiche dello sviluppo d’impresa, saranno personalizzati e co-definiti secondo le esigenze soggettive. L’approccio adottato sarà quello dell’accompagnamento,che incoraggerà e guiderà l’attivazione delle imprenditrici, per portarle a co-costruire i percorsi per raggiungere gli obiettivi prefissati.
I momenti di gruppo serviranno per affrontare tematiche comuni e per facilitare scambi e relazioni che porteranno a collaborazioni proficue per la sostenibilità delle idee di impresa.
La necessità di sostenere l’occupazione delle donne è confermata anche dall’Istat che mostra come nel 2017 il Veneto ha registrato un tasso di disoccupazione femminile over 35 pari al 7% (3,1% quella maschile), dato che in 10 anni è aumentato di 2,4 punti, colpendo maggiormente chi cerca di tenere assieme lavoro e famiglia.
È necessario supportare il lavoro femminile,in particolare nella prospettiva dell’autoimpiego e dell’Economia Sociale, dato il ritardo nella nascita di imprese femminili non ascrivibile alla mancanza di iniziativa delle donne. In Veneto il tasso di natalità di imprese femminili è maggiore di quello medio della Regione; al contempo però è maggiore anche quello di mortalità,denotando un necessario rafforzamento dell’impresa femminile

Beneficiari del progetto

Destinatarie sono donne in difficoltà occupazionale, con esigenze di conciliazione vita e lavoro, per le quali un percorso di avvio d’impresa è la soluzione ai propri bisogni di gestione dei tempi. Le sosterremo accompagnandole in questo cammino e fornendo loro le necessarie competenze. Verrà data priorità a coloro che–avendo buone idee–si trovano più in difficoltà. A seconda del possibile finanziamento il numero delle destinatarie potrà variare. In caso di contributo pari a 20.000€, accompagneremo 6 percorsi d’avvio d’impresa tra le destinatarie; con 10.000€ 3 percorsi; con 6.000€ 2 percorsi.

Attività dell'organizzazione

Mag Verona nata nel 1978 ha lo scopo,anche tramite il Centro Servizi dedicato, di accompagnare con servizi di orientamento, di formazione, di consulenza aziendale e di microfinanza,imprese non lucrative condotte con il metodo dell’autogestione. Più di 1000 sono le imprese sociali avviate da Mag nel tempo,dall’agricoltura biologica ai servizi di cura, dal commercio equo alle nuove artigianalità ecc

Mag Mutua per l'Autogestione Cooperativa Sociale

Città: Verona

Teniamo a questo progetto perché troppe volte le donne non osano darsi la chance dell’autoimpresa, pensando che occuparsi della famiglia non sia conciliabile con tale lavoro. Siamo fieri di poterle supportare mostrando come desideri e aspirazioni di vita e lavoro autoimprenditivo possano coesistere.