AvivAbility | Sostegno alla salute

Descrizione del progetto

I bambini prematuri e/o con disabilità innata possono essere definiti come i più piccoli tra i piccoli.

Il miglioramento della qualità di vita nel bambino è una priorità e l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha definito obiettivo essenziale da perseguire e raggiungere entro il 2035.

Il progetto RAISE promuove la salute del neonato prematuro e del bambino disabile, dalla nascita all'adolescenza, attraverso un approccio terapeutico multidisciplinare che comprende assistenza terapeutica e trattamento osteopatico gratuiti. RAISE con i propri professionisti volontari è un valido ausilio clinico, scientifico e assistenziale in ambito neonatologico e pediatrico.
Statisticamente, in Italia circa 13 milioni di bambini nascono pre-termine, cioè prima della 37a settimana di gestazione. Questo equivale a 40 mila bambini solo nel nostro paese: 6,9%.

IN TERAPIA INTENSIVA NEONATALE sono 13, in Italia, gli ospedali, pubblici e privati, che garantiscono la possibilità del trattamento multidisciplinare RAISE
La ricerca scientifica legata al progetto RAISE ha già scientificamente dimostrato:
- gli effetti positivi del "tocco", cioè il contatto manuale per trattare alcune patologie su questa fragile categoria,
- ha riscontrato che grazie all’osteopatia è possibile ridurre la degenza dei bambini nati prematuri, dunque anche la spesa sanitaria,
- ha reso evidenti i benefici del Trattamento Manipolativo Osteopatico sul bambino prematuro nelle TIN, sin dai primi giorni di vita è capace di stimolare i sensi dei neonati e quindi migliorare le loro condizioni cliniche: un incremento di peso più veloce, benefici sullo sviluppo neuro cognitivo.

IN SEDI EXTRA OSPEDALIERE, RAISE è presente con la sua attività di accompagnamento:
- Il trattamento osteopatico contribuisce alla cura del bambino e ne migliora lo sviluppo motorio e cognitivo, si sta valutando l'impatto su quelli educativi,
- il bambino ottiene benefici a livello di comportamento e relazione sociale.

Beneficiari del progetto

LA POSSIBILITÀ DI UNA QUALITÀ DI VITA MIGLIORE per i bambini in Terapia Intensiva o con disabilà e loro famiglia. Sono dimostrati: - la riduzione del numero di giorni di degenza ospedaliera - il miglioramento delle condizioni cliniche del bambino: un incremento di peso più veloce, benefici sullo sviluppo neuro cognitivo. - supporto alla famiglia grazie psicologi e psicoterapeuti - il miglioramento dello sviluppo motorio, di comportamento e relazione sociale. - il potenziamento dell’assistenza post-ospedaliera - i benefici della pratica osteopatica sono stati scintificamente approvati

Attività dell'organizzazione

La fondazione COME Collaboration onlus svolge attività di ricerca scientifica, clinica e umanitaria in ambito multidisciplinare con particolare attenzione all’integrazione delle medicine complementari per il miglioramento della qualità delle cure. COME crede che la conoscenza condivisa attraverso esperienze e competenze aiuti ad avere un pensiero libero creando speranza ed autentica solidarietà.

FONDAZIONE C.O.ME. COLLABORATION ONLUS

Città: Milano

Il progetto è attivo grazie alla disponibilità di seri professionisti volontari
I trattamenti sono gratuiti per chi ne abbia necessità senza vincoli o parametri
Risultati clinici e scientifici dimostrati: i prematuri escono prima dalla TIN, i bimbi disabili hanno una qualità di vita migliore