Sostegno alla salute

Descrizione del progetto

Il Progetto nasce per sostenere i bisogni dei minori con disabilità e creare, attraverso un lavoro in rete con il territorio, le condizioni per promuovere la salute e lo sviluppo armonioso della persona in difficoltà. Si vuole fornire un sostegno socio-psico-educativo alle famiglie e ai bambini attraverso l’elaborazione di piani d’intervento personalizzati; far acquisire al minore le abilità (motorie, cognitive, attentive, affettivo/relazionali) necessarie a favorirne il processo di inclusione sociale; offrire alla comunità l’occasione di superare la condizione di discriminazione indiretta esercitata nei confronti dei nuclei in difficoltà. L’emergenza rilevata è quella della presa in carico dei bambini con disabilità e del sostegno alle loro famiglie: è ormai consolidato che l’intervento precoce è determinante per lo sviluppo armonico del bambino. Si vogliono raccogliere le istanze delle famiglie che, avendo al loro interno bambini con disabilità, si trovano in difficoltà, a causa della gravosa assenza di servizi specifici per affrontare la disabilità in ciascuna delle sue complesse componenti. Non esistono uffici psico-sociali e sanitari a cui rivolgersi per rispondere alle esigenze di tipo informativo sulle caratteristiche delle varie patologie, sulle “strade” da percorrere, sull’esistenza o meno di servizi a cui le famiglie possano fare riferimento durante e dopo la degenza ospedaliera. Nessuno dei Centri presenti nel territorio è specializzato a fornire un intervento riabilitativo globale a minori in tenera età, i quali nella fase iniziale della loro crescita potrebbero recuperare notevolmente capacità motorie, cognitive e relazionali. Il Progetto prevede anche dei Trattamenti Educativi Abilitativi Domiciliari: sono programmi mirati per sollecitare le aree: Area sensoriale (tatto, vista, udito, equilibrio); Area motoria; Area cognitiva; Area affettivo-relazionale e del comportamento; Area delle autonomie personali.

Beneficiari del progetto

Destinatari “diretti” sono 20 minori (0-18) con Bisogni Educativi Speciali; ovvero minori che presentano una certificazione ai sensi dell’art. 3 L.104/92, oppure una diagnosi medico-psicologica di “disturbo specifico di apprendimento”, “disturbi del comportamento”, “disturbo della coordinazione motoria”, “disturbo del linguaggio” oppure che si trovano in una situazione di difficoltà di apprendimento dovuta ad uno svantaggio che può essere socio-culturale o linguistico. Destinatari “indiretti” dell’intervento sono le famiglie a cui viene fornito un sostegno psico-educativo e di tutoring.

Attività dell'organizzazione

L’Anffas Onlus di Ragusa è una Associazione Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali che si propone di assicurare assicurare il benessere e la tutela delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Opera primariamente per rendere concreti i principi delle pari opportunità, della non discriminazione e della inclusione sociale.

Anffas Onlus di Ragusa

Città: Ragusa

Il Progetto costituisce per le famiglie un importante punto di riferimento, promuove una visione positiva di ciascun bambino, e i successi sono visibili perché gli obiettivi sono concreti e misurabili. I minori presi in carico sono resi protagonisti del loro processo di crescita e di apprendimento.