Sostegno alla salute

Descrizione del progetto

Crediamo che il patrimonio artistico, architettonico, archeologico e paesaggistico di una nazione possa e debba essere un bene di tutti e per tutti. La Provincia di Varese è particolarmente ricca di beni artistici e naturalistici perché ospita ben 4 siti Unesco: il sito palafitticolo dell’Isolino Virginia, il Sacro Monte, il Monte San Giorgio e il sito archeologico di Castelseprio. Tuttavia anche in Provincia di Varese, ai non vedenti e agli ipovedenti è preclusa la possibilità di godere di queste bellezze e di conoscere quindi una parte importantissima del patrimonio del proprio territorio. I modelli tattili rappresentano l’unico strumento capace di permettere ad una persona che non vede di sperimentare, conoscere ed apprezzare un monumento, un'architettura, un sito archeologico, attraverso una modalità di conoscenza tattile che riesce a trasmettere le informazioni non solo strutturali e dunque conoscitive del bene artistico, ma anche le componenti estetiche e dunque emozionali di un monumento. Il progetto UNESCO VARESE: 4 siti per 10 dita, consiste dunque nella trasposizione in forma di modello tattile dei 4 siti Unesco della provincia di Varese. Nel progetto è poi previsto che ai modelli tattili venga affiancata una postazione con la traduzione nella Lingua dei segni LIS delle informazioni principali riguardanti i diversi siti. Ad oggi abbiamo completato il modello tattile del Sacro Monte e quello della 1° Cappella, e entro l’estate ultimeremo due modelli tattili dell’isolino Virginia e del suo villaggio palafitticolo. Abbiamo ora bisogno di un sostegno economico per realizzare due modelli per quanto concerne il sito di Castelseprio: uno che rappresenterà il sito nel suo complesso e uno che trasporrà in forma di bassorilievo tattile gli affreschi della chiesa di Santa Maria foris Portas. Con questo progetto finalmente i siti Unesco della Provincia di Varese saranno accessibili davvero a tutti, e sarà possibile per tutti averne una fruizione davvero a 360°.

Beneficiari del progetto

Beneficiari diretti del progetto sono tutti i non vedenti e gli ipovedenti, che hanno la possibilità di conoscere i beni Unesco della provincia di Varese. A questi si aggiungono i sordi che, grazie alla presenza della traduzione LIS, possono a loro volta beneficiare dell’esperienza tattile. Destinatari indiretti sono invece anche tutti i potenziali visitatori vedenti, che non solo da questo progetto possono ricavare un approfondimento della conoscenza di patrimoni culturali straordinari, ma che dalla sperimentazione tattile possono acquisire una maggiore consapevolezza del mondo della cecità.

Attività dell'organizzazione

L'Associazione non ha fini di lucro, opera per soli fini di solidarietà con la collaborazione di volontari e persegue fini di istruzione e di formazione per i non vedenti e gli ipovedenti. Al fine di promuovere la conoscenza e la comprensione dell'arte, dell'architettura, della natura e del territorio ha dato vita al Museo Tattile Varese, raccolta unica in Europa di modelli tattili in legno.

ASSOCIAZIONE CONTROLUCE ONLUS

Città: Varese

Il progetto è la dimostrazione di come sia possibile rendere la l’arte, l’architettura, l’archeologia e la cultura, accessibili a tutti. Coniuga 2 obiettivi di grande importanza: valorizzare le bellezze del territorio e rendere possibile a chiunque la conoscenza e il godimento di questi patrimoni.