Sostegno alla salute

Descrizione del progetto

Le persone con Autismo hanno difficoltà di comunicazione e socializzazione: spesso si relazionano in modo non convenzionale, non empatizzano in maniera naturale, vengono frequentemente fraintese nelle intenzioni e nei bisogni. Gli adolescenti con Autismo necessitano in particolare di acquisire modelli di comportamento che ne favoriscano l'inclusione. Apprendere abilità sociali negli stessi contesti in cui dovremmo sperimentarle è in linea con i trattamenti naturalistici cognitivo comportamentali evidence based. Il metodo del "Social skills training" può essere utilizzato nei luoghi abitualmente frequentati dai ragazzi, che possono potenziare o apprendere nuove abilità sociali in contesti condivisi con i pari (fratelli, sorelle, compagni di scuola), motivanti e che implicano il vantaggio di un'immediata generalizzazione delle competenze acquisite. Gli adolescenti con Autismo coinvolti nel progetto apprenderanno social skills con il supporto di educatori specializzati, che li guideranno attraverso esperienze divertenti e adeguate alla loro età anagrafica (14-18 anni). Contestualmente: genitori e insegnanti verranno coinvolti in percorsi di parent and teacher training, condotti da professionisti e genitori esperti, mirati a favorire la generalizzazione dei comportamenti sociali a scuola e in famiglia; le istituzioni locali verranno sollecitate a predisporre un progetto individuale per le persone con Autismo (ART. 14 LEGGE 328/2000); il territorio sarà sensibilizzato a partecipare alle attività educative fornendo tempo e spazi; si organizzeranno momenti formativi aperti a tutti. Verrà effettuata una valutazione delle competenze sociali degli adolescenti con Autismo e dei loro pari sia in una fase iniziale che finale. Verrà prodotta una dispensa finale di sintesi per condividere prassi utilizzate e risultati raggiunti e per favorire la replicabilità del lavoro svolto. Le famiglie delle persone con Autismo avranno un ruolo determinante in tutte le fasi del progetto.

Beneficiari del progetto

10 adoelscenti con Autismo; fratelli e/o sorelle degli adolescenti con Autismo; compagni di scuola degli adolescenti con Autismo (circa 40 studenti di scuola superiore); 10 coppie di genitori degli adoelscenti conn Autismo coinvolti; insegnanti (circa 50) degli adolescenti coinvolti; realtà attive sul territorio di Fondi (associazione Al di là dell'Autismo e altri enti pubblici e privati chiamati a metere a disposizione spazi; favorire percorsi di inclusione; fare rete per costruire il progetto di vita degli adolescenti con Autismo coinvolti; partecipare alle attività di formazione).

Attività dell'organizzazione

Giuliaparla eroga servizi abilitativi per l'Autismo e sostiene in modo particolare progetti in rete sul territorio per la tutela della salute mentale in età evolutiva e adulta. Operiamo in contesti naturali, proponendo percorsi terapeutici che favoriscano apprendimento, inclusione sociale e benessere delle persone con Autismo e delle loro famiglie. Collaboriamo con enti pubblici e privati.

GIULIAPARLA ONLUS

Città: Fondi

Il progetto è abilitativo, ma non prevede ospedalizzazione: si opera solo in contesti naturali; ogni attività rivolta agli adolescenti con Autismo implica il coinvolgimento dei pari; la partecipazione degli enti locali valorizza il significato della rete; le famiglie avranno un ruolo centrale.