Occupazione

Descrizione del progetto

Oggi l’uso di computer, tablet e smartphone fa parte della nostra vita quotidiana, è quindi importante che tutti siano adeguatamente informati su come utilizzare in modo sicuro le applicazioni informatiche.
Le persone con difficoltà di comunicazione, come dislessici, non udenti, non vedenti, persone con lieve disabilità cognitiva, stranieri con scarsa conoscenza della lingua italiana, “ignoranti digitali”, ecc. sono molto esposti a truffe, furti di dati, distruzione di programmi e così via.
Il progetto intende offrire un percorso formativo indirizzato a queste persone, centrato sul tema della sicurezza informatica e finalizzato sia a un miglioramento delle proprie competenze per usi personali, sia all’acquisizione di skill utili in ambiente lavorativo, da mettere in campo per una candidatura all’assunzione, o un reinserimento lavorativo, o una riqualificazione professionale. Si prevede infatti di creare materiale formativo sulla sicurezza nel computer, aggiornato, valido e accessibile a tutti, soprattutto alle persone che presentano fragilità.
Questo materiale consiste in un manuale digitale, costruito in modo che una persona, anche disabile, possa prepararsi ad affrontare positivamente l’esame ECDL IT-Security che dà punteggi in tutti i concorsi pubblici italiani e costituisce in tutti i casi una competenza oggettivamente certificata da inserire nel curriculum. Al manuale si affianca un dizionario informatico. Entrambi verranno resi accessibili a tutti perché:
- scritti in modalità semplificata (utile soprattutto a sordi, persone con poca conoscenza della lingua italiana, persone con disabilità cognitiva lieve).
- leggibili da una sintesi vocale o da una voce umana, a scelta dell’utente (utile in particolare a ciechi e dislessici).
- Illustrati con disegni e mappe concettuali (utile in particolare a dislessici e “ignoranti digitali”).
- rinforzati da parti disponibili anche in LIS (lingua italiana dei segni) (per sordi segnanti).

Beneficiari del progetto

• Disabili sensoriali (sordi, ciechi, ipovedenti). • Persone con disturbi specifici dell’apprendimento, in particolare dislessici. • “Ignoranti digitali”. • Persone con lievi disturbi cognitivi. • Persone con scarse basi di lingua italiana (stranieri, ecc…). • Infortunati sul lavoro che per reinserirsi debbono riqualificarsi con l’informatica. • Stimiamo in qualche centinaia di migliaia i beneficiari diretti, perchè: • l’help desk di Fondazione ASPHI ha già ricevuto molte centinaia di richieste di questo tipo di materiale .

Attività dell'organizzazione

Fondazione ASPHI onlus è una organizzazione non profit che da oltre trent’anni si occupa di informatica e disabilità, con l’obiettivo di promuovere la partecipazione delle persone con disabilità in tutti i contesti di vita, attraverso l’uso della tecnologia digitale

Fondazione ASPHI Onlus

Città: Bologna

Il materiale risponde a un’esigenza sentita, ma scoperta. Sarebbe fruibile gratuitamente da tutti in tutta Italia.
La qualità è garantita da Fondazione ASPHI onlus, che ha una esperienza pluriennale in materia.
Nella promozione interverranno associazioni di persone svantaggiate.