Occupazione

Descrizione del progetto

La “Bottega di Geppetto: diversamente uguali” nasce dall’amore per l’uomo e l’amore per la terra propri dell’associazione Porte Aperte aps onlus: recuperare persone, supportando la loro fragilità attraverso il recupero delle cose, valorizzando i loro talenti. Il progetto ha sei obiettivi principali:
1. proporre e attuare concrete metodologie di intercettazione delle fragilità sulla base della nostra esperienza di essere recettori grazie al nostro vivere in strada, lavorando gomito a gomito poi con la popolazione (adozione di aree verdi, volontariato di “cittadinanza attiva”, attività ludiche di strada, servizi estivi giornalieri con le fasce più deboli di bambini).
2. proporre e attuare percorsi di accompagnamento e educazione al lavoro individuali, con presa in carico/verfica (tutoraggio) delle fragilità per accompagnarle in percorsi di ripresa personale e professionale (servizi sociali, centri per l’impiego, collocamenti mirati, tirocini).
3. creare un organismo di rete (replicabile e il più possibile autosostenibile e innovativo) che sia lo strumento di proposte concrete di riattivazione (prima) e autonomia (dopo), ognuno parte integrante attiva dell’altro. Un laboratorio di sviluppo sperimentale ed ecologico. Organismo che sia anche anello di congiunzione tra il mondo della fragilità e quello della normalità.
4. superare l’assistenzialismo
5. valorizzazione individuale e supporto reciproco, onda d’urto attivatrice di altri
6. recupero e riciclo di materiali inutilizzati, unici materiali utilizzati per la creazione di nuovi prodotti da reimmettere sul mercato, ben fatti e originali, senza impatto ambientale (altra innovazione: salvaguardia dell’ambiente ed economicità del progetto), realizzati da persone in fragilità.

Beneficiari del progetto

Grazie a questo progetto Porte Aperte diventa un filtro importante tra il cittadino ed il sistema pubblico sanitario in quanto è in grado di individuare i bisogni, dando, dove possibile, risposte in autonomia, sollevando completamente dall’onere il sistema pubblico, oppure canalizzandoli nella giusta direzione, così da semplificare l’accesso ai servizi. In questo modo il nostro progetto può incidere in maniera tangibile sulla riduzione del sovraccarico del sistema pubblico sanitario e dei suoi costi. Beneficiari diretti sono tutte le prsone in difficoltà.

Attività dell'organizzazione

Porte Aperte nasce nel 2010, per intuizione di alcuni volontari che fin da ragazzi lavorano in aiuto di chi soffre. Nasce dal bisogno di dare risposte concrete, dall’intuizione di poter far leva sui talenti, dall'attenzione ai problemi di chi soffre, dalle capacità imprenditoriali dei volontari, dall’amore per per l’uomo e la terra, dalla sfida di fare bene il bene, senza assistenzialismo.

PORTE APERTE APS ONLUS

Città: Spicchio-Sovigliana

Una delle caratteristiche di partenza del progetto consiste nell’affrontare e vivere insieme la quotidianità “gomito a gomito” (analisi delle fragilità, tutoraggio, monitoraggio, correzione nel percorso di riattivazione) in un contesto di grande attenzione e confronto .