Sostegno alla salute

Descrizione del progetto

Data la grande diffusione dell’uso di alcol tra la popolazione la questione alcol e guida è considerata un problema da parte delle Autorità di tutti gli stati europei (40.000 morti nei 15 paesi UE). Molti studi epidemiologici rivelano che gli incidenti stradali alcol e droga correlati sono circa il 50% del totale, e che un quinto di tutti i ricoveri urgenti sono associati all’abuso di alcol.
Nel 2016 in Italia si sono registrati per incidenti stradali circa 3000 morti, 10.000 invalidi gravi, 145.000 ricoveri e si stima circa 500.000 accessi al Pronto Soccorso, con costi stimati in oltre 16 miliardi di euro.
In Italia il numero e la gravità degli incidenti stradali aumentano notevolmente durante la notte e nel weekend. Frequentemente sono coinvolti i giovani, fascia di popolazione che frequenta maggiormente i locali notturni.
La guida sarebbe da rispettare come una condizione alcohol free, al pari di quella della gravidanza e della giovane età. Le campagne dovrebbero avere come slogan: “non bere quando guidi”, “se guidi alcolemia zero”, “bere o guidare”.
L’azione preventiva Safe Driver mira a prevenire gli incidenti stradali alcol e droga correlati; a promuovere azioni di prevenzione nei luoghi del divertimento della provincia di Bergamo; e ad aumentare il numero di guidatori con alcolemia ZERO.
La figura del Safe Driver nasce e si diffonde nei paesi anglosassoni e del nord Europa. É un’alternativa sicura alla guida in stato di ebbrezza: si tratta di un individuo che in occasioni sociali decide di astenersi dal bere alcolici per condurre a casa in sicurezza i suoi passeggeri.
Oltre a tornare a casa in una condizione di salvaguardia, se l’alcolemia del guidatore a fine serata risulta ZERO, verrà consegnato un buono valido per l’ingresso gratuito (discoteche) nello stesso locale o per una consumazione analcolica gratuita (pub/bar).
In caso di alcolemia superiore si sconsiglierà di mettersi alla guida discutendo/informando/presentando strategie alternative.

Beneficiari del progetto

Il progetto si identifica come prevenzione selettiva. I beneficiari diretti sono i giovani, fascia di popolazione che frequenta maggiormente i locali notturni. In particolare il guidatore designato (o safe driver). Beneficiaria indiretta è la Comunità con tutti i costi che deve affrontare sulla questione di alcol e guida: le stime degli studi epidemiologici rivelano che gli incidenti stradali alcol e droga correlati sono circa il 50% del totale. nel 2016 in Italia si sono registrati 3000 morti, 10.000 invalidi gravi, 145.000 ricoveri e si stima circa 500.000 accessi al Pronto Soccorso.

Attività dell'organizzazione

Il 16 maggio 2012 è fondata a Bergamo l’Associazione Genitori Atena che svolge un’attività di prevenzione al disagio giovanile, alle dipendenze da tabacco, gioco d’azzardo, bullismo, cyber bullismo, droghe con particolare attenzione al grave e diffuso problema dell’alcolismo giovanile.

Associazione Genitori ATENA

Città: Bergamo

Un'azione preventiva dinamica ed un progetto di grande apertura. Numerose collaborazioni. Una presenza attiva nella movida dei locali notturni e di eventi. Il supporto e la vitalità di instancabili volontari formati che credono nella necessità di una condizione alcohol free alla guida.