Sostegno alla salute

Livello di finanziamento: fino a €15.000

Descrizione del progetto

Dal confronto con i dirigenti scolastici delle scuole presenti sul territorio di Saluzzo, è emerso che, in linea con la letteratura sull'argomento, l'ingresso nella scuola superiore si configura come uno dei momenti più critici del percorso scolastico dei ragazzi: il periodo adolescenziale è infatti un momento di profondo cambiamento psicofisico, un'età di passaggio in cui possono e devono essere integrate istanze individuali, familiari e sociali-relazionali. In questo contesto particolarmente delicato per il benessere psicosomatico dell'individuo e della comunità, alcune condizioni di svantaggio e difficoltà possono interferire con il processo ed essere causa di malessere e disagio. Sono stati quindi selezionati alcuni istituti scolastici che presentano:

- eterogeneità socio-economica, con difficoltà nell'integrazione tra le diverse realtà sociali;
- presenza di classi di detenuti, con inerente disagio psico-sociale;
- significativa dispersione scolastica al primo anno;
- presenza di comunità di differenti culture (sul territorio è presente la più grande comunità di cinesi italiana)

Per promuovere il benessere psicosomatico individuale e della collettività, viene proposto alle classi prime un percorso di educazione alla consapevolezza composto da 12 incontri di un'ora, basato sul Progetto Gaia-Kirone. Le tecniche e pratiche utilizzate hanno validazione internazionale di efficacia per la diminuzione di ansia, stress e depressione, fenomeni di bullismo, per il miglioramento dei sintomi di somatizzazione, l'aumento dell'autostima e della fiducia in se stessi e delle capacità relazionali. Tali risultati sono confermati dalle ricerche statistiche effettuate in Italia sui partecipanti al Progetto Gaia-Kirone.
L'obiettivo principale del percorso proposto è quello di favorire l'integrazione psicosomatica attraverso quattro aree educative corrispondenti alle principali dimensioni neuro-psicologiche: consapevolezza corporea-emotiva, consapevolezza scientifica, consapevolezza etica e consapevolezza di sé.
Il Progetto Gaia-Kirone è stato ideato e sviluppato dall'Istituto di Psicosomatica PNEI dell'aps Villaggio Globale di Bagni di Lucca con il contributo di docenti, medici e psicologi. Il Progetto Gaia-Kirone è stato recepito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha finanziato negli ultimi 4 anni la formazione dei conduttori, ed è sostenuto dall'UNESCO per il suo valore educativo e di sostegno al benessere e alla salute globale. E' attualmente in fase di recepimento dal MIUR. Ad oggi ha coinvolto oltre 16000 persone in Italia, di cui 6000 alunni di scuole di diverso ordine e grado.

Beneficiari del progetto

Allieve e allievi delle classi prime degli istituti superiori "Soleri-Bertoni" (liceo scienze umane, sociopedagogico, linguistico, artistico, istituto d'arte) e "Carlo Denina" (ITC e istituto professionale per i servizi commerciali, turistici e sociali) + allievi delle classi speciali gestite dal "Soleri-Bertoni" nella Casa di Reclusione "R. Morandi" (Saluzzo)

Attività dell'organizzazione

L'associazione ha la finalità di promuovere apertura, inclusione e crescita degli adolescenti e dei giovani attraverso attività di educazione non formale (imparare facendo), sia a livello locale che internazionale; fondamentale è lo sviluppo della consapevolezza di sé, che noi riteniamo portare spontaneamente al riconoscimento dell'altro e alla sua inclusione. Le attività proposte comprendono tecniche di consapevolezza, outdoor, arte, fotografia, teatro, graffiti. Il target di riferimento è costituito da adolescenti e giovani dai 13 ai 25 anni, provenienti da realtà rurali o cittadine di provincia. Alcuni dei giovani coinvolti appartengono a categorie svantaggiate.

Youth4Youth

Città: Saluzzo

La possibilità di portare nelle scuole degli strumenti scientificamente validati, che possono aiutare i ragazzi (e gli adulti di riferimento presenti) ad aumentare la consapevolezza corporea, emotiva e mentale, con ciò liberando risorse inespresse nelle relazioni, nella classe e nella comunità.