Sostegno alla salute

Livello di finanziamento: fino a €15.000

Descrizione

Posso ritornare ad una vita autonoma sfruttando le tecnologie?
Posso pensare al centro diurno come un luogo "social"?
Posso avere un app che mi permette ancora di organizzare la mia quotidianità?
Posso ritrovare un lavoro? magari on-line?
Queste sono alcune delle domande che chi è vittima delle conseguenze di una disabilità acquisita si e ci pone, abbiamo deciso, e da anni lo facciamo di dare una risposta.

TABLET, SMARTPHONE, TOUCH SCREEN, SENSORI, APP, FACEBOOK, LINKEDIN... sono tecnologie che usiamo tutti i giorni, ma non in spazi come i centri diurni e con persone con disabilità acquisita.
Da anni come cooperativa ci occupiamo di persone che subiscono limitazioni a causa di una disabilità acquisita, e da quando siamo nati sperimentiamo le nuove tecnologie come strumento di riabilitazione.
--------------
Il progetto MOTHERBOARD ha lo scopo di ristrutturare in un ottica tecnologica gli spazi del centro diurno che la cooperativa gestisce da 10 anni, affiancando ai sistemi tradizionali di assistenza, strumenti tecnologici a servizio delle persone. Strumenti come tablet, smartphone e social media permettono a chi, a causa di una disabilità improvvisa, ha perso una rete familiare e amicale di ritrovare anche nel mondo virtuale una "normalità".
Un cambiamento repentino e devastante come un incidente o una malattia mutano una situazione di “normalità” trasformandola in “disabilità”, un evento traumatico improvviso di questo tipo mina le capacità cognitive e motorie ma anche le reti sociali e le possibilità di autonomia, sconvolgendo il proprio ruolo famigliare, sociale e lavorativo.
Affiancando all'attività quotidiana di reinserimento sociale nella vita reale (fare la spesa, uscire la sera, ricostruirsi una rete di amicizie..) un percorso di apprendimento e acquisizione di competenze nel mondo virtuale si danno molte più opportunità di autonomia nell'ambito delle relazioni, in quello lavorativo e nell'accesso ai servizi.
In Italia, su una popolazione totale di 60,665 milioni (bambini compresi – dati fine 2015), si contano:
- 38 milioni di utenti su Internet
- 28 milioni di utenti attivi sui Social
- 80,29 milioni di connessioni Mobile
- 24 milioni di utenti attivi sui Social via Mobile
QUANTI DI QUESTI SONO DISABILI? "per fortuna" non lo sappiamo
dietro al pc o allo smartphone non esiste disabilità, esistono solo i contenuti che si postano.
---------------
ROAD MAP del PROGETTO :
- Reperimento fondi
- Acquisto materiale
- Coinvolgimento di tecnici e architetti per la progettazione degli spazi
- Installazione delle strumentazioni
- Formazione del personale
- Formazione dell'utenza all'utilizzo delle postazioni multimediali
- Apertura al territorio per coinvolgimento nello sviluppo delle attività e per progettare insieme possibili ricadute sul territorio
- Attivazione di corsi e laboratori per utenti del centro diurno e per privati appartenenti a categorie protette o a bassa contrattualità con scopi relazionali o lavorativi a seconda della categoria

COOPERATIVA EASY

Città:Vicenza

Rivedere nella forma e nel contenuto gli spazi sociosanitari, rendendoli luoghi di sperimentazione delle autonomie e spazi di socialità anche virtuale. Pensare ai centri diurni come aree accessibili e tecnologicamente avanzate che riducano al minimo il digital divide.
Torna ai progetti