Sostegno alla salute

Livello di finanziamento: fino a €7.500

Descrizione

La Girobussola Onlus, grazie ai soldi del finanziamento Aviva, vorrebbe potenziare "Bologna in tutti i sensi", il percorso accessibile per persone con disabilità visiva che permette di visitare la città di Bologna.

Tra i miei amici ci sono persone che non vedono, che, pur amando viaggiare, ad ogni partenza non sanno se l'investimento di tempo, denaro ed entusiasmo saranno ripagati da esperienze che li coinvolgeranno. Avete mai pensato quanto siano prevalentemente visivi i nostri incontri con le città e i luoghi d'arte? I Tour si propagandano per le "viste" mozzafiato, o per il "panorama" superbo! Senza parlare dei musei dove è tassativamente vietato toccare, o dei giri turistici delle città dentro un autobus...

La Girobussola ha pensato anche a loro: tramite la creazione di un percorso dedicato, fa in modo che chi ha il desiderio di scoprire cose nuove tramite l'uso degli altri sensi possa scoprire le bellezze di Bologna. Questa incredibile città sembra inoltre fatta apposta, perché sa offrire, accogliere, parlare a chi voglia scoprirla.

Il progetto "Bologna in tutti i sensi" vuole proprio valorizzare una città che si adatta molto ad esperienze di integrazione e di turismo accessibile, grazie alle sue caratteristiche architettoniche, alla forte presenza dell'associazionismo volontario, alla disponibilità di mezzi di trasporto pubblici, alle dimensioni del suo centro storico ed anche per la diversità degli stimoli che può proporre.

La Girobussola si occupa di rendere accessibili musei o collezioni, rendendo gli oggetti a portata di "mano". Sono diverse le realtà regionali rese accessibili ai non vedenti grazie alla Girobussola: il Museo Archeologico di Ferrara, gli scavi archeologici di Marzabotto, l'Orto Botanico di Bologna, il Museo della Storia di Bologna solo per citarne alcuni.

La Girobussola ha una particolare attenzione per le scolaresche: le classi con bambini o ragazzi ipo e non vedenti si affidano all'associazione per la creazione di gite scolastiche che si pongono come obiettivo la creazione di un percorso integrativo per l'intera classe.

L'itinerario multisensoriale per la città di Bologna prevede ad esempio la visita di Piazza Maggiore, che viene scoperta grazie ad un innovativo approccio tattile, grazie all’utilizzo di mappe in rilievo e materiale di supporto in Braille. Molto interessante anche la visita, supportata da mappe tattili e altri ausili
tiflodidattici, alle Sette Chiese di Santo Stefano.

La donazione servirà all'Associazione anche per rendere accessibile una realtà di Cento, la Gipsoteca Vitali, luogo che conserva 160 statue in gesso copie di originali: questi ausili sono infatti fondamentali per una conoscenza delle maggiori opere d'arte dall'antica Grecia a Canova passando per Michelangelo. Essendo una collezione privata, c'è bisogno di un finanziamento per poter permettere che rimanga attiva e funzionante e che i soci della Girobussola possano continuare ad usufruire dei suoi spazi didattici.

Sono tante le spese che l'associazione deve affrontare perché si possa dare un servizio sempre più di qualità ai propri associati: La Girobussola utilizza il supporto di materiale tiflodidattico (mappe Minolta, oggetti in 3D), e si affida solamente ad operatori preparati tramite apposito corso riconosciuto dal MIUR.

Associazione La Girobussola

Città:Bologna

Oggigiorno, dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, fino alla Circolare 80/2016 della Direzione generale Musei, si promuove con forza l'accesso per tutti e penso che l'inclusione sia allo stesso tempo conseguenza ma anche causa di ogni processo democratico.
Torna ai progetti