Sostegno alla salute

Livello di finanziamento: fino a €15.000

Descrizione

Preoccupati per la sempre bassa percentuale di allattamento esclusivo nei primi sei mesi di vita a Palermo e per il frequente ricorso a cibi complementari per i neonati a partire dai quattro mesi, oltre che per la mancata regolamentazione commerciale dei prodotti alimentari per l’infanzia, per i bambini e gli adolescenti, proponiamo interventi per favorire la pratica dell’allattamento esclusivo nei primi sei mesi di vita del neonato, mediante azioni di sensibilizzazione e campagne d’informazione rivolte alle famiglie che accedono ai servizi dei consultori e dei punti nascita, rivolte agli operatori sanitari e alle famiglie che rafforzino la presa di consapevolezza e la piena attuazione dei regolamenti commerciali vigenti in materia di sostituti del latte materno, di alimenti per l’infanzia, biberon e tettarelle. Vorremmo realizzare quindi un video clip ed uno spot che faccia riflettere sull'importanza dell'allattamento materno e sul recupero delle competenze e della consapevolezza dei genitori, dei bambini e quindi di tutta la società. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento materno esclusivo fino ai sei mesi di vita del bambino e numerose ricerche evidenziano il considerevole impatto della promozione, del sostegno e della protezione sull’esito positivo dell’avvio e della prosecuzione dell’allattamento materno fino ai sei mesi di vita del bambino.Paradossalmente, tutti gli studi statistici recenti fatti nei paesi industrializzati mettono in evidenza che l’allattamento materno è più frequente nelle donne che hanno fatto studi superiori o che esercitano una professione. Pertanto emerge che i tassi di allattamento si abbassano nelle categorie sociali e culturali medio basse.
Il progetto quindi si prefigge di attivare una campagna di sensibilizzazione sull’argomento sopraccitato per l’importanza che riveste per il territorio regionale ma anche nazionale. Nello specifico, l’allattamento materno è un diritto fondamentale dei bambini ed è un diritto delle loro mamme quello di essere sostenute nella realizzazione del loro desiderio di allattare e continuare a lavorare. Il Ministero della Salute riconosce che l’allattamento materno costituisce il modo di alimentazione naturale e normale nella prima infanzia poiché il latte materno fornisce tutti i nutrienti di cui il lattante ha bisogno nei primi sei mesi di vita e sottolinea altresì che l’allattamento costituisce un beneficio per la salute della donna. Gli effetti positivi sulla salute del bambino e della madre, perdurando, fanno della protezione, promozione e sostegno dell’allattamento materno uno degli interventi di salute pubblica più rilevanti in termini di efficacia e di rapporto costo/beneficio.Questo progetto mira a coinvolgere le giovani generazioni di donne e di uomini per sensibilizzarli alla creazione di una società più tollerante, che realizzi il benessere di bambini, genitori e comunità e che riconduca alla naturalità dei gesti, realizzando un'inversione di tendenza e sfatando i luoghi comuni. Si assiste ogni giorno all'utilizzo di un linguaggio mediatico e medico che prescrive l'allattamento materno da un lato ma che di fatto lo sabota con pratiche sanitarie, tabù e tecniche di vendita ostacolanti, rendendo difficile superare lo stigma sociale dell'allattamento in pubblico ed oltre il secondo anno di vita del bambino.L'allattamento materno pur essendo fisiologico è anche un fatto sociale e culturale e viene vissuto oggi come una delle possibilità nella nutrizione del bambino, facilmente sostituibile, al punto che attualmente nella nostra società il modello predominante è quello del nutrimento del biberon. Per invertire la rotta è essenziale coltivare le tradizioni là dove ancora conservate, creare nuovi punti di riferimento tra le donne che conciliano allattamento e lavoro, studio, famiglia, esigere la diffusione di corrette informazioni sull'allattamento libere da interessi commerciali, mostrando alle nuove generazioni modelli di riferimento.

L'Arte di Crescere

Città:Palermo

Il poter dare voce a tutte quelle madri che con fatica hanno chiesto aiuto e supporto alla nostra associazione ed il poter recuperare le profonde radici dell'albero della vita perché l'allattamento materno deve tornare ad essere una relazione necessaria ed imprescindibile alla coppia mamma-bambino
Torna ai progetti