Insieme per il territorio

Livello di finanziamento: fino a €15.000

Descrizione del progetto

Siamo “I giardini della biodiversità” una rete nata per creare una cultura della biodiversità, della partecipazione, della sostenibilità, della fraternità, della bellezza, dell’arte e della rigenerazione urbana e sociale. La Scuola Civica di Politica, infatti, in collaborazione con altre cinque associazioni ( Associazione Gennarta, Associazione Le dodici stanze dell’anima, Associazione Socio Culturale TUTTO CAMBIA liberi di essere, Associazione di Promozione Sociale progettobarega.org, Umanità Nuova) ha partecipato al bando del Comune di Iglesias relativo alla gestione per due anni della chiesa del Salvatore e alla sua valorizzazione quale spazio sociale della comunità. Il progetto presentato è stato ritenuto valido e approvato.
Serra Predosa è un quartiere periferico di Iglesias città dalle origini antiche, rinasce nel dopoguerra su un territorio di insediamenti più antichi come testimonia la sopravvivenza dell' edificio altomedievale del Salvatore. Matrice è il progetto di Sottsass con case operaie e spazi verdi per piccoli orti che mantenessero il legame tra gli operai minerari, manifatturieri e siderurgici destinatari delle abitazioni e le origini agricole. Lo sviluppo edilizio successivo fatto in modo caotico ha fatto perdere questi rapporti con una popolazione che a fronte di un crollo delle realtà imprenditoriali si è spesso sentita come in una sacca avulsa dalla identità culturale della città antica e in un luogo secondario.
La chiesa, ristrutturata nel 2007, non ha nessuna forma di gestione e rimane sempre chiusa, tranne che per alcuni isolati eventi. L'intento del progetto è quello di ridar vita ad un monumento molto bello posto al centro del quartiere periferico più popolato della città. Dagli elementi storici emerge un luogo, chiesa e giardino, che richiama la semplicità, la piccola aggregazione, l'incontro tra diverse culture, l'utilizzo da parte della comunità di spazi agricoli. Conservare e valorizzare questo monumento significa dargli vita, seguendo un filo che intreccia la tradizione con l’innovazione.
L'obiettivo principale delle associazioni coordinate dalla Scuola Civica di Politica è quindi quello di valorizzare e aprire alla frequentazione, dei luoghi speciali e fuori dal tempo in cui la biodiversità vegetale si può coniugare con quella umana, con la creazione di reti e collaborazione tra diversi soggetti e luoghi didattici in cui sperimentare una socializzazione attiva e creativa.

I laboratori e gli eventi che si stanno programmando sono:
1. Laboratorio di storia: apertura e fruizione del bene culturale
2. Laboratorio della biodiversità umana e delle sue produzioni: incontri, conferenze, dibattiti, feste sulla diversità culturale, politica e religiosa.
3. Laboratorio della biodiversità biologica: l’orto sinergico didattico, il frutteto, l’orto dei semplici
4. Scuola civica di erboristeria popolare con incontri mensili
5. Mercato periodico del biologico e del naturale per promuovere e mostrare l’esistenza di modelli alternativi di produzione e consumo, dell’artigianato e dei saperi della terra
6. Letture, film, mostre, concerti con il coinvolgimento della popolazione del quartiere
7. Laboratori dei saperi tecnici, linguistici, artistici, naturalistici
8. Realizzazione della settimana della biodiversità per le scuole cittadine.

Per la progettazione del giardino, che nella parte centrale potrà diventare anche un’aula didattica a cielo aperto, si sta organizzando un work shop di formazione con alcuni esperti per ascoltare ipotesi culturali / organizzative e soluzioni tecniche che partono dall’analisi botanica del giardino e in una ipotesi di permacultura.Anche per quanto riguarda l'aspetto storico-archeologico il metodo sarà lo stesso: work shop pubblico con vari esperti sulle prospettive di valorizzazione.
Il progetto è in via di realizzazione, nella fase di organizzazione degli spazi e dei laboratori che avranno inizio nel mese di maggio.

Beneficiari del progetto

I beneficiari diretti sono in particolare gli abitanti del quartiere di Serra Perdosa e della città di Iglesias. Gli incontri di formazione, per gli esperti coinvolti, potranno avere anche un interesse territoriale e regionale. La chiesa e il giardino, strutturato come un ambiente didattico, diventeranno fruibili alla popolazione e ai turisti. Fruitori privilegiati saranno anche gli studenti dei vari ordini di scuola.

Attività dell'organizzazione

Siamo un’associazione chiamata “Scuola Civica di Politica - La città in Comune”  che opera ad Iglesias e nel territorio da cinque anni ed è nata  per essere un  luogo di teoria e pratica della democrazia partecipata. Ci proponiamo di sostenere la formazione e la partecipazione delle cittadine e dei cittadini – singoli e nelle forme associative – perchè prendano parte con i loro comportamenti quotidiani e le loro opinioni a creare una comunità  migliore. Abbiamo creato in questi anni, sempre cercando collaborazioni per creare sinergia e ascolto reciproco, momenti di dibattito aperti e creativi e laboratori su tante tematiche sociali, culturali e ambientali.

Scuola Civica di Politica La città in Comune Iglesias

Città: Iglesias


Il progetto si caratterizza per alcuni aspetti innovativi per la nostra realtà: il lavoro in rete, l'attenzione alla biodiversità umana e della natura, la riqualificazione di luoghi belli e ricchi di storia, il convolgimento del quartiere.