Insieme per il territorio

Livello di finanziamento: fino a €15.000

Descrizione del progetto

Il progetto “4 parchi per amore di Roma” nasce da un’idea dei volontari di Retake con l’intento di riqualificare 4 parchi della Capitale che richiedono interventi urgenti di manutenzione e recupero per poter essere difesi dal degrado e restituiti alla piena fruizione da parte dei cittadini. Si tratta di aree verdi in zone ad alta densità abitativa (quartieri Aurelio/Boccea, Ponte di Nona, Portuense/Monteverde, Trieste/Africano) frequentate da bambini, genitori, anziani, sportivi, che presentano problematiche comuni, legate essenzialmente ad atti di vandalismo, incuria e alla mancanza di una sufficiente manutenzione, soprattutto per quanto concerne le installazioni e la cura del verde.
Le aree pubbliche individuate sono:

- Parco Gastinelli (Ponte di Nona);
- Parco Villa Flora (Portuense/Monteverde);
- Parco Villa Carpegna (Aurelio/Boccea);
- Parco Don Enzo Baldoni (Trieste/Africano).

Retake Roma intende contrastare questo stato di cose consentendo ai volontari di finanziare le attività previste per restituire decoro alle aree interessate con la programmazione dei seguenti interventi: rimuovere i rifiuti che spesso si accumulano, tagliare la vegetazione in eccesso, cancellare scritte vandaliche, ridipingere giochi per bambini, panchine, tavoli e cestini, ripulire le aree destinate ad attività ginniche e pic nic nonché, previa intesa con gli enti competenti, mettere a dimora fiori e piante, installare paline informative/educative, recinzioni e bancali con pallet da destinare a fioriere, creare nuove opportunità di gioco per i bambini, come ad es. percorsi di agility, con copertoni e altri materiali di recupero.
Nella parte esecutiva del progetto saranno coinvolte per quanto possibile anche altre realtà presenti sul territorio, in primo luogo le scuole e gli studenti, ma anche i comitati di genitori, i comitati di quartiere, le associazioni sportive e le altre organizzazioni di volontari che si prefiggono obiettivi coerenti con quelli di Retake Roma. L’iniziativa, finalizzata alla riappropriazione, al recupero, alla tutela degli spazi comuni, ingaggiando la comunità intera e in primo luogo le giovani generazioni, rappresenterà una vera e propria promessa per il futuro: insegnerà infatti soprattutto ai bambini e ai ragazzi ad essere cittadini attivi avvicinandoli alla collaborazione con le istituzioni, a comprendere lo stato del proprio territorio, a partire dai luoghi del loro tempo libero, a osservare e riflettere su cosa sia bello o brutto, legale o abusivo in un’ottica di partecipazione alla vita della comunità proiettata verso la rinascita dell’area pubblica con l’intento che il degrado e l’abbandono non si ripresentino.
Il percorso partecipativo, grazie al coinvolgimento diretto delle scuole e dei ragazzi sarà quindi finalizzato ad una vera e propria azione educativa che avrà il suo focus nella didattica del giardino condiviso e sarà suggellata dai pannelli educativi che, situati in edicole lignee, documenteranno l’iter del progetto e in particolare ne illustreranno il significato e gli obiettivi futuri. La realizzazione del progetto consentirà quindi di conseguire un duplice scopo: da un lato, renderà nuovamente decorose e pienamente godibili per le comunità che ne fruiscono le aree verdi scelte, dotandole degli interventi di recupero e di manutenzione di cui necessitano, dall’altro promuoverà appieno l’ideale di educazione alla cittadinanza attiva finalizzata al rispetto e alla cura della propria città, che già da tempo Retake Roma porta avanti con le sue progettualità.

Retake Roma

Città: Roma

Retake Roma, nato nel 2009 dall'iniziativa di un'insegnante e dei suoi studenti e amici, oggi comprende oltre 70 gruppi territoriali di cittadini decisi a riprendersi la bellezza di Roma e conta più di 40.000 follower sui social media, attraverso i quale promuove le proprie iniziative.