Sostegno alla salute

Livello di finanziamento: fino a €7.500

Descrizione del progetto

Hanno il naso rosso e il camice bianco con strani nomi ricamati sulla schiena, dispensano cure speciali fatte di gioco comico o poetico, umorismo, magia, burattini, musica, teatralità al fine di supportare un processo di guarigione.
Sono i ClownDottori di CI RIDIAMO SU, associazione di Comicoterapia che con il progetto MANDA UN CLOWN IN OSPEDALE porta un sostegno personalizzato ai bimbi ricoverati nel reparto Pediatrico del MP Paternò Arezzo di Ragusa.
CI RIDIAMO SU opera con le figure dei ClownDottori -operatori socio-sanitari professionali specificamente formati- negli ospedali con i bambini, le persone anziane, i diversabili, nelle scuole, in missioni umanitarie e in tutte le situazioni di disagio socio-sanitario.
La comicoterapia (o gelotologia) è la disciplina che studia la relazione tra il fenomeno del ridere e la salute. Questa nuova modalità di prevenzione e terapia prende le mosse dagli studi di PsicoNeuroEndocrinoImmunologia (PNEI) e ricerca, sperimenta ed applica modalità relazionali che, coinvolgendo positivamente l’emotivo della persona, attraverso meccanismi neuro-endocrini, ne migliorino l’equilibrio immunitario e le abilità psico-relazionali.
Nell’ambito di una comunità, ad es. un ospedale, l’approccio gelotologico, incide anche (e profondamente) su aspettative, motivazioni e vissuti dei degenti/utenti e del personale ed è così in grado di migliorare l’efficienza complessiva della struttura e di umanizzare la comunità.
Col progetto s’intende Migliorare la qualità della degenza dei bimbi ricoverati, Facilitarne le cure ospedaliere, puntando all’ottimizzazione relazionale e all’umanizzazione delle strutture sanitarie, strutturare momenti di comicoterapia/socializzazione in grado di alzare il tono dell’umore dei piccoli e, di conseguenza, le loro difese immunitarie (secondo le acquisizioni della PNEI) e fungere, così, da vera e propria terapia di sostegno.
L’attività prevede un vero e proprio giro visite nel reparto Pediatrico. Il lavoro dei ClownDottori riassume in sé le caratteristiche del clown, dell’animatore, dell’attore d’improvvisazione, del burattinaio, dell’affabulatore, del mago, ecc avendo però strutturato la propria professionalità appositamente per operare in ospedale. La loro prestazione ha il carattere dell’intervento occhi negli occhi con la persona in difficoltà in una vera e propria co-terapia, con il segno morbido di chi ha appreso a operare in situazioni difficili con duttilità e flessibilità. Loro compito è sdrammatizzare le pratiche sanitarie, mutare segno alle emozioni negative, quali paura, rabbia, delusione, tristezza, farle esprimere, gestirle e virarle al positivo, verso il sorriso, il coraggio, la speranza, la gioia, il riso. Parte dell’opera può essere pure esplicata durante lo svolgersi delle pratiche cliniche invasive (prelievi, medicazioni, TAC, radiografie ecc). I ClownDottori operano sempre in coppia: meccanismo collaudato che consente di essere realmente attivi e terapeutici nei confronti del piccolo ricoverato, ma anche dei genitori presenti e del resto del reparto. L’equipe dei ClownDottori si riunisce settimanalmente per coordinare le attività e partecipa a una supervisione psicoterapica ogni 15 giorni per elaborare le esperienze e i vissuti interiori, prevenendo il burn-out degli operatori.
I ClownDottori prima di ogni intervento si relazionano con il personale ospedaliero in brevi momenti informativi sullo stato del reparto. A fine progetto è prevista una conferenza che coinvolge gli operatori sanitari, al fine di riportare i risultati emersi attraverso la narrazione delle attività svolte.
Fino al 30 marzo '17 con il tuo voto puoi contribuire a garantire agli oltre 1500 piccoli pazienti in un anno e alle loro famiglie questo prezioso aiuto per affrontare la difficile prova del ricovero. Sosterrai le spese per i materiali dei ClownDottori, i corsi di aggiornamento, il seminario di chiusura, il counceling periodico e la sterilizzazione delle attrezzature.

CI RIDIAMO SU

Città: Ragusa, RG, Italia

Il clown per la forza espressiva ed umana che porta con sé e per la leggerezza che lo contraddistingue. Egli è un grandissimo comunicatore e può rivelarsi un ottimo tramite nelle relazioni di aiuto: la sua grande disponibilità all’ascolto spinge le persone ad aprirsi.