Insieme per il territorio

Livello di finanziamento: fino a €5.000

Descrizione del progetto

Il progetto di ortoterapia Un Orto di Pace si realizza nel comune di Napoli, precisamente nel quartiere di Soccavo, dove l'Associazione Progetto Pace ha nella propria disponibilità (comodato d'uso) un appezzamento di terreno di circa 1000 mq. I destinatari del progetto sono i ragazzi diversamente abili (dai 16 ai 30 anni) che fanno parte dell'Associazione. Un Orto di Pace è un'attività di orticultura che utilizzerà esclusivamente le potenzialità delle persone che vi parteciperanno e le risorse della terra e della natura. L' idea principale è quella di offrire la possibilità di far crescere un piccolo orto con le proprie mani e con l'utilizzo di qualche attrezzatura manuale. Questa proposta si inserisce nel concetto-guida di realizzare una "fattoria di animazione ambientale" che si rivolge ai ragazzi diversamente abili per attuare iniziative legate alla conoscenza dell'ambiente naturale, delle produzioni tipiche, delle tecnologie ecologiche. Di particolare interesse ci sembra l'idea di realizzare l'area orticola in funzione di "horticultural therapy", particolarmente utilizzata nei paesi anglosassoni. Gli incontri con i giovani disabili avranno sempre due momenti distinti, un momento maggiormente educativo (accoglienza, spiegazione del lavoro da svolgere, suddivisione dei compiti); un momento prettamente operativo (lavoro nell'orto). Le attività seguiranno ovviamente i "tempi dell'orto", quindi il periodo in cui verrà svolto il progetto va dal mese di marzo fino al mese di ottobre. L’attività viene proposta due volte a settimana. Il numero totale degli incontri potrà variare a seconda del percorso che si vuole intraprendere. Saranno coinvolti a vario titolo i volontari dell'associazioni.Per quanto riguarda la metodologia di lavoro, si utilizzerà innanzitutto un approccio
ludico e con l’aiuto dei partecipanti si creerà una storia attorno all’orto. Tale
metodologia trova fondamento in un approccio educativo che stimoli il più possibile la partecipazione attiva e lo spirito creativo. La creatività sarà il primo strumento per dar vita al nostro orto, per dargli il nome, per decidere quali prodotti far crescere e quali soluzioni trovare ai problemi quotidiani da affrontare. Il progetto si propone dunque di promuovere una buona qualità di vita per il giovane disabile che si rivolge al servizio, attraverso le seguenti strategie operative:

➢ Realizzazione di un progetto individualizzato che, a partire dalle caratteristiche di ogni utente, proponga interventi socio-assistenziali e psico-relazionali tra loro integrati al fine di garantire la promozione del benessere personale.
➢ Sviluppo delle capacità occupazionali, potenziandole in rapporto alle attitudini personali, incentivando le abilità cognitive, razionali, sociali e creative.
➢ Promozione dell’autonomia all’interno di percorsi protetti e rafforzamento del legame con il territorio di riferimento.
➢ Diversificazione degli interventi, al fine di rispondere ai bisogni specifici e
mutevoli del soggetto disabile.
➢ migliorare le capacità cognitive, comportamentali e di crescita personale e
professionale della persona disabile attraverso la sua partecipazione attiva all’attività lavorativa;
➢ contribuire a ridurre il pregiudizio nei confronti della disabilità psichica ed a
promuovere la cultura del disabile come risorsa, attraverso le attività di comunicazione che consentono alla comunità di comprendere le potenzialità e le risorse dei destinatari del progetto.
Le motivazioni che hanno portato a costruire questo progetto sono da ricercarsi in: a) analisi dei bisogni dei disabili e offerta del territorio; b) individuazione di percorsi terapeutico-riabilitativi alternativi; c) inventare nuove forme di lavoro sociale;
d)necessità di coinvolgere la comunità locale (amministrazione comunale,
imprenditoria, volontariato, ecc…) nel dare risposte adeguate alla persone
diversamente abili.


ASSOCIAZIONE PROGETTO PACE

Città: Napoli, Italia

L'ortoterapia lavora con un materiale "vivente" per cui è possibile trovare o ritrovare la fiducia nelle proprie capacità nel far vivere, crescere e curare un essere vitale Crescere e curare un essere vivente fornisce nuove motivazioni e nuovi stimoli in grado di dare sostegni molto importanti.